“” “”
6 giugno 2018

NASCE NEMO PER DARE SECONDA VITA A BATTERIE CAR SHARING : iniziativa congiunta tra GES, Sharengo e Materials Mates Italia

MOBILITA’ ELETTRICA: NASCE NEMO PER DARE SECONDA VITA A BATTERIE CAR SHARING

Iniziativa congiunta tra Green Energy Storage, Sharengo e Materials Mates Italia

Roma, 6 Giugno 2018 – Dare una seconda vita alle batterie delle auto elettriche, sarà questo il compito di Sharengo, Green Energy Storage e Materials Mates Italia che hanno sottoscritto un’intesa per istituire il Consorzio Nuova Energia Mobile – N.E.Mo., un centro di eccellenza per la ricerca applicata nell’ambito dell’integrazione tra il settore dell’energia e quello della mobilità elettrica e sostenibile.

L’obiettivo del consorzio sarà quello di sviluppare prodotti e servizi nel settore della mobilità elettrica, dal riutilizzo delle batterie, della fornitura di servizi di accumulo e bilanciamento della rete di distribuzione elettrica.

Le tre società hanno deciso di dar vita all’iniziativa N.E.Mo. nella forma di un consorzio tra imprese o di Associazione temporanea di impresa con sede all’Interporto di Livorno.

N.E.Mo. si attiverà utilizzando le competenze interne delle società partecipanti nella ricerca e sviluppo di sistemi di accumulo e di software di gestione di tali sistemi, si occuperà della “second life” delle batterie delle auto elettriche condivise della flotta di Sharengo.

Con N.E.Mo. i tre partner intendono sviluppare prodotti e servizi specifici per realizzare una completa integrazione tra auto elettriche, sistemi di ricarica e rete di distribuzione con sistemi V2G (vehicle to grid), mettendo a disposizione le proprie strutture di ricerca di Livorno, Genova, Trento e Milano.

Al fine di apportare competenze e risorse per lo sviluppo del progetto, altri partner industriali potranno associarsi al Consorzio Nuova Energia Mobile.

Descrizione dei Partner Fondatori

  • Green Energy Storage 

Green Energy Storage ha sviluppato un sistema di accumulo organico per le energie rinnovabili basato sul chinone, molecola presente nel rabarbaro ed in altre piante, e che si può produrre anche in via sintetica. I sistemi di accumulo progettati da Green Energy Storage fanno sì che l’energia prodotta da fonti rinnovabili possa essere utilizzata con flessibilità, risolvendo la non programmabilità di queste fonti e riducendo i costi. Le batterie fluide prodotte da Green Energy Storage sono diverse dalle batterie tradizionali basate sul litio: infatti sono utilizzate su impianti di grande scala, hanno costi minori, standard di sicurezza maggiori ed hanno un impatto minimo sull’ambiente.

 

Il team, guidato da Salvatore Pinto, è composto da manager e imprenditori con esperienza trentennale e si avvale di un comitato scientifico composto da professori di Università di Harvard, Università di Roma Tor Vergata e Fondazione Bruno Kessler, oltre che del lavoro di 15 ricercatori. A Tor Vergata è presente un laboratorio, in cui è stato inizialmente replicato l’esperimento di Harvard e si conducono oggi i test su scala di 1 Watt e si testano le nuove chimiche ed il funzionamento di elettrodi e membrane in continua collaborazione con i laboratori presenti in Fondazione Bruno Kessler.

 

Green Energy Storage ha raccolto anche finanziamenti dall’Unione Europea, grazie al bando di Horizon 2020; ha siglato accordi di test con Sorgenia e Romande Energie

  • Materials Mates Italia

Materials Mates Italia e’ una piccola ma estremamente attiva realta’ italiana che nel corso di piu’ di un decennio ha fornito strumenti di ricerca completamente concepiti e realizzati dal proprio team ai maggiori laboratori mondiali attivi nel campo dello studio, produzione ed immagazzinamento dell’energia.

I loro apparecchi sono alla base degli avanzamenti nella conoscenza sulle fuel cells del Fraunhofer ISE a Freiburg, presenti nel progetto di idrolizzatori connessi ad impianti nucleari del CEA francese, e nello studio dei materiali di celle ad alta temperatura per la prima Ford ad idrogeno piu’ di quindici ani fa presso il JRC di Vancouver.

Attualmente, in collaborazione con C.S. Group ed il produttore di auto elettriche ZD, sta fornendo sistemi di test personalizzati, e metodi di applicazione per la caratterizzazione dello stato delle batterie durante ogni fase della loro vita e nell’utilizzo come second life.

  • Sharengo (C|S Group)

Sharengo è la piattaforma nazionale per lo sviluppo della mobilità elettrica e sostenibile ideata e gestita da C.S. GROUP S.p.A.

Operativo nelle città di Roma, Milano, Firenze e Modena, Sharengo è il servizio di car sharing elettrico in free floating nato per dare un forte impulso alla mobilità sostenibile in Italia e in Europa.

I servizi offerti da Sharengo spaziano dal noleggio di flotte per comunità, condomìni, alberghi ed aziende al car-sharing free floating in logica full service fino a soluzioni personalizzate che consentono il monitoraggio dinamico dell’inquinamento atmosferico, il supporto all’e-commerce e la city-logistics, svolgendo funzione di piattaforma abilitante per servizi ICT applicati alla mobilità in chiave “Smart” e Internet of Things.

Fermi nella convinzione che la mobilità sia innanzitutto un diritto, Sharengo intende contribuire a trasformare le nostre realtà urbane nelle cosiddette smart cities e accompagnarne lo sviluppo verso un futuro migliore per le prossime generazioni.

Sharengo opera dunque alla costruzione del cammino verso la “città del domani”, orientato alla costituzione di una grande community ispirata e fondata sugli ideali di condivisione, mobilità etica, intelligente, green e sul valore della free mobility.